Alta maremma toscana

La Maremma è un vasto territorio, dai confini non facilmente definibili, che si estende tra la Toscana ed il Lazio, e si affaccia sul Mar Tirreno. Essa deve il suo nome al termine “maremma”, che indicava una zona paludosa vicina al mare, dove le dune litoranee impedivano all’acqua dei fiumi di sfociare facilmente in mare ed il loro ristagno dava origine ad ampie paludi.

Poichè quella più vasta della penisola italica si trovava su questo territorio, essa assunse questo nome.
E’ denominata Alta Maremma Toscana, o anche Maremma Settentrionale, quella zona della Maremma si estende nelle province di Pisa e di Livorno, ed interessa gran parte della provincia di Livorno ed alcune zone pedecollinari della provincia di Pisa.
L’intero territorio un tempo si chiamava Maremma Pisana poichè era di dominio della rebubblica di Pisa, una delle quattro rebubbliche marinare italiane.
Solo dal 1925 assunse due diverse denominazioni, pur rimanendo geograficamente un unico territorio, a causa della variazione dei confini amministrativi delle due province di Pisa e Livorno, rivisti proprio in quell’anno.

Tra le località principali dell’alta maremma toscana, si possono ricordare Cecina, Bibbona, Rosignano Marittimo, Bolgheri, Guardistallo, Montescudaio, Suvereto, Campiglia Marittima, San Vincenzo, Piombino, Populonia e Castagneto Carducci, quest’ultimo noto per le frequentazioni del conte Gaddo della Gherardesca in compagnia di Sarah Ferguson.
Il territorio si estende dal mare, dalla cosiddetta Costa degli Etruschi, nome dato al litorale che si estende da Livorno fino a Piombino per la presenza nella zona degli Etruschi già dal IX secolo a.C., verso l’entroterra, comprendente le prime zone collinari della Val di Cornia, della Val di Cecina e delle Colline Metallifere.

L’atmosfera che si respira lungo questo litorale e nel suo entroterra è esclusiva, grazie ai luoghi dai toni discreti ed intatti, dove si alternano case coloniche ad uliveti e ad antiche botteghe, in cui il tempo sembra essersi fermato.
Anche le viti, coltivate con cura, offrono degli ottimi vini DOC quali il Sassicaia, il Biserno, l’Ornellaia, il Guado al Tasso ed il Masseto.
Tra San Vincenzo e Piombino si trovano le più significative testimonianze della presenza su queste terre degli Etruschi.

Nella zona del golfo di Baratti esiste anche un parco archeologico chiamato di Baratti e Populonia, in cui sono presenti resti dei primi insediamenti etruschi e di alcune necropoli, come quella di San Cerbone e quella molto suggestiva delle Grotte.
E non mancano i parchi naturali costieri, zone incontaminate di assoluta bellezza.
Uno è quello della Sterpaia, che si estende per 8 Km nel comune di Piombino e l’altro è quello di Rimigliano che si trova nel comune di San Vincenzo, entrambi bellissime oasi naturalistiche popolate da frassini, querce, aceri ed altre piante sempreverdi il primo, e da lecci, pini e bassa vegetazione il secondo.

La gastronomia dell’alta maremma toscana, è semplice e gustosa.
Uno dei piatti tipici della zona è l’acquacotta.
La si può gustare preparata con ingredienti diversi a seconda del luogo, e della tradizione.
E’ in sostanza una specie di minestra, preparata con vegetali e brodo, dove l’ingrediente che non può mai mancare è il pane, raffermo o abbrustolito, che viene adagiato sul fondo del recipiente di servizio e ricoperto da essa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *